Tenant Fees Act: niente più spese nascoste sui contratti di affitto

0
142
real estate rent concept - old key with tag

Tenant Fees Act: ecco cosa prevede la nuova legge sugli affitti

Dal 1° giugno 2019 è entrata in vigore una nuova legge che regola il mercato degli affitti, il Tenant Fees Act. Il regolamento vieta la maggior parte dei canoni di locazione e limita i depositi versati dagli inquilini del settore privato affittato in Inghilterra. Il divieto di canoni di locazione si applica ai contratti di locazione nuovi o rinnovati il 1° giugno 2019 o dopo quella data.

L’obiettivo della legge è quello di ridurre i costi che gli inquilini possono affrontare fin dall’inizio, e per tutta la durata della locazione. Gli inquilini saranno in grado di vedere il costo effettivo della proprietà che affitteranno, senza costi nascosti.

Il locatore sarà responsabile del pagamento di tale servizio, contribuendo a garantire che i compensi applicati riflettano il valore economico reale dei servizi forniti.  A fare rispettare l’applicazione della legge sarà il consiglio comunale di Bristol.

Gli unici pagamenti che i proprietari o gli agenti di locazione possono addebitare ai locatari per i nuovi contratti sono:

  • il canone;
  • un deposito di locazione rimborsabile con un tetto massimo di 5 settimane di affitto, nel caso il costo annuale sia superiore a £50.000, o 6 settimane di affitto, nel caso il costo sia pari o superiore a £50.000;
  • un deposito cauzionale rimborsabile (per prenotare un immobile) con un tetto massimo di 1 settimana di affitto;
  • i pagamenti connessi alla risoluzione anticipata del contratto d’affitto se richiesto dall’affittuario;
  • i pagamenti relativi a servizi di pubblica utilità, servizi di comunicazione, licenze televisive e imposte comunali;
  • un canone di mora per il ritardto pagamento dell’affitto e la sostituzione di una chiave o di un dispositivo di sicurezza smarrito che dà l’accesso all’immobile, dove richiesto da un contratto di locazione.

Gli unici pagamenti che possono essere richiesti dai proprietari o dalle agenzie immobliari sono gli affitti, i depositi o pagamenti per modifiche contrattuali, danni o cessione del contratto anticipata. Inoltre non è piu possibile chiedere soldi per il rinnovo del contratto. Non si pagherà più l’inventario e anche i credit check, ossia la valutazione della condizione finanziaria, che non sarà più a carico dell’affittuario.

Negli anni, molte agenzie immobiliari hanno addebitato agli affittuari, determinate spese che avrebbero dovuto pagare le agenzie stesse. Inoltre, i proprietari degli immobili hanno accusato l’aumento delle spese, applicate dalle agenzie, con un conseguente incremento dei canoni di affitto. Infine, è importante ricordare che a poter chiedere un prezzo aggiuntivo, sono solo le agenzie che offrono assistenza agli italiani per richiesta del NIN e altre procedure burocratiche. Tutte le altre agenzie devono attenersi alle regole indicate nel Tenant Fees Act.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here