Brexit e affitti: come cambierà il mercato?

0
125
Brexit o Non Brexit

L’effetto Brexit si fa sentire anche sugli affitti

Brexit o non Brexit? Questo è il vero problema. Con una citazione di William Shakepeare, andiamo a parlare di uno degli argomenti più discussi di questo 2019: la Brexit. La decisione del Regno Unito di lasciare l’Unione Europea non ha lasciato indifferente gli operatori del mercato immobiliare. La domanda sorge dunque spontanea: la Brexit influenzerà il mercato degli affitti?

Molti pensavano che la Brexit avrebbe causato un crollo dei prezzi sul mercato immobiliare. Invece, si è verificato esattamente l’opposto. I prezzi degli affitti sono aumentati vertiginosamente lasciando spiazzati sia gli agenti immobiliari sia coloro che sono in cerca di una casa.

Ma qual è la situazione nel mercato degli affitti? 

L’effetto Brexit, al contrario di quanto si pensasse, ha registrato una significativa riduzione del costo medio degli affitti, in particolare in Gran Bretagna e nel Galles. Gli affitti mensili in queste ragioni hanno registrato un calo dell’1.7 %. Quindi un affitto mensile costa in media £900. Rimangono però ancora alti a Londra dove in media si spende intorno ai £1,643 per un 1 bedroom flat.

A Londra non si registra nessuna impennata improvvisa. Solo il distretto di Havering ha visto i prezzi degli affitti crescere del 10,5 %. Quello che è certo è che gli affitti continuano ad aumentare ma ad un ritmo molto più lento rispetto al resto del paese.

Gli affitti mensili sono più abbordabili nel South East, con £1,044 al mese, North East dove gli affitti sono calati da £815 a £711. Un calo del 12,8 %. Nel West Midlands invece una casa costa in media £720. Gli affitti più economici si trovano a North East dove si spendono in media £634 mensili.

Nonostante questi dati, Londra continua ad essere una delle mete più ambite e le case continuano ad essere molto ricercate. Il mercato immobiliare continua a crescere nonostante l‘incertezza della Brexit. La domanda quindi è questa: Cosa cambierà davvero dopo la Brexit? Probabilmente nulla. Londra continua a produrre e ad attrarre molte persone da qualsiasi parte del mondo. E’ polo culturale, commerciale e finanziario mondiale. E sembra difficile credere che il suo processo di crescita si possa arrestare dall’oggi al domani.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here